mercoledì 8 novembre 2017

vuoi partecipare all’iniziativa più importante per la riduzione dei rifiuti con noi? DIAMOCI UNA SECONDA CHANCE (LA MAPPA DEL RIUSO E DELLA RIPARAZIONE) SERR2017: la scatola della condivisione per il riuso e la riparazione.

carissimi dirigenti, insegnanti, ragazzi e cittadini di Barcellona P.G. vi vogliamo invitare a partecipare alla campagna europea per la riduzione dei rifiuti 2017 _SERR 2017.

Noi della Biblioteca Oasi non solo partecipiamo direttamente realizzandola la nostra "scatola della condivisione" ma  vogliamo coinvolgere tutte le scuole del nostro territorio, invitandovi ad aderire all'iniziativa: DIAMOCI UNA SECONDA CHANCE (LA MAPPA DEL RIUSO E DELLA RIPARAZIONE) SERR2017: la scatola della condivisione per il riuso e la riparazione. 
Azione progettata e curata da  O2Italia con l’Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus, la Sede Territoriale di Messina del Ramarro Sicilia ed il Ramarro di Caltagirone curatrici dell'azione, In collaborazione con USD (Ufficio Speciale per la Raccolta Differenziata) Sicilia, con il Patrocinio del Laboratorio InFEA di Arpa Sicilia, dell’Ufficio Speciale per la Raccolta Differenziata della Regione Siciliana, della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia e della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO.
Il tema centrale del 2017 si concentrerà su uno degli aspetti più facili ma importanti della prevenzione dei rifiuti: il riuso con un briciolo di riparazione! Dietro questo tema si cela la necessità di slittare da un atteggiamento usa-e-getta verso uno volto ad apprezzare i prodotti e le risorse utilizzate. Quest’anno la SERR ti aprirà gli occhi sulla facilità insita nel trovare valore in qualcosa che pensavi fosse diventato inutile.

  • Riusare significa recuperare e riutilizzare dei prodotti o alcune loro componenti. Include sia la preparazione al riuso che il riuso.
  • Riparare significa rimettere in buone condizioni o far funzionare nuovamente qualcosa di rovinato, rotto o che non funziona più correttamente. Significa ripristinare, aggiustare, mettere a posto, rinnovare, ricondizionare, riabilitare, rimodellare, regolare, insomma, tutto ciò che consente di dare a un prodotto una nuova vita.
  •  L'azione prevede:
  • 1.     la costituzione di postazioni in cui realizzare  e collocare i “box della condivisione”, ovvero delle scatole dove si possono lasciare piccoli oggetti funzionanti e prenderne in cambio degli altri.
  • 2.     la realizzazione di un “indirizzario/mappa degli artigiani del quartiere/paese” che possono riparare gli oggetti.
  • Entrambe le azioni si inaugurano durante la Settimana SERR2017 con una campagna comunicativa e dureranno come buona pratica entrando a regime nei territori ospitanti, per esempio se una Scuola decide di aderire al format potrà realizzare con gli alunni la scatola riutilizzando dei cartoni, o delle cassette della frutta, inaugurarla presentandola ai genitori durante la SERR2017 e facendola entrare a regime per tutto l'anno scolastico.
  •  Allo stesso modo gli alunni con l'aiuto dei genitori e gli insegnanti possono realizzare l'indirizzario degli artigiani locali pensando alle riparazioni degli oggetti.
  • Ci piace l'idea di avviare con la SERR2017 una buona pratica che sensibilizza al riuso e alla riparazione e che continui a vivere nei territori coinvolti anche negli anni successivi: per riparare e per non buttare
  • Indirizzo della mappa in progress: goo.gl/vv4MQd
modalità:
ti chiediamo di inviarci la tua adesione (all’indirizzo antonia.teatino@o2italia.org) per la realizzazione delle postazioni box della condivisione così ti inseriamo nella mappa degli attivatori dell’azione SERR 2017
e avrai tempo fino a febbraio di fare un indirizzario degli artigiani, dei riparatori del tuo territorio. 
Noi da marzo ci occuperemo di inserirli nella mappa dei partecipanti e dare visibilità all’iniziativa con i tuoi indirizzi.
grazie per l’attenzione.

per maggiori informazioni segui il blog di o2italia 

la mappa delle azioni SERR2017

per materiali informativi e multimediali utili ai fini della diffusione dell'iniziativa






per informazioni contatta:
Antonia Teatino_Liaison o2italia
328-6680132

Ing Francesco Cancellieri

ci auguriamo di avervi in rete per: DIAMOCI UNA SECONDA CHANCE (LA MAPPA DEL RIUSO E DELLA RIPARAZIONE) SERR2017: la scatola della condivisione per il riuso e la riparazione.
cordiali saluti dai curatori dell'azione
Associazione O2Italia,
l’Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus, 
Sede Territoriale di Messina del Ramarro Sicilia  
Ramarro di Caltagirone 

in collaborazione dell’Ufficio Speciale Ufficio Speciale pr la Raccolta Differenziata Sicilia
 #SERR2017 @menorifiuti #EWWR2017



venerdì 26 maggio 2017

Ecco i vincitoriiiii della seconda edizione del progetto Io posso salvare il pianeta terra



Seconda edizione progetto Io posso salvare il pianeta terra

Siamo giunti al termine di un lungo ed inteso percorso che ci ha coinvolto circa 1.300 bambini e bambine dei sei Istituti comprensivi di Barcellona Pozzo di Gotto, l’entusiasmo e l’impegno che le vostre classi hanno profuso durante gli incontri e nel realizzare i materiali per il concorso  meritano una giusta “vetrina”. 
È per questo che abbiamo pensato di realizzare, in occasione della premiazione del Concorso una mostra didattica aperta a tutti i cittadini nella quale esporre tutti i materiali realizzati dalle classi e tutti i supporti didattici utilizzati durante il progetto.
Ogni Istituto Comprensivo espone all’interno di una “casetta” e di una porzione di corridoio dei portici dei Giardini Oasi. 
Abbiamo catalogato oltre 250 prodotti realizzati a mano accompagnati da molteplici e interessanti materiali multimediali, a testimonanza di intensi percorsi “virtuosi” di sensibilizzazione e di informazione di educazione ambientali che le 90 classi degli Istituti Comprensivi di Barcellona Pozzo di Gotto hanno intrapreso con grande successo insieme al nostro percorso in biblioteca.


PREMI
I vincitori del primo premio della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado vincono un Viaggio di una intera giornata a San Marco D’Alunzio con la visita al bellissimo e stimolante museo IDEA della scienza e della tecnologia e una infografica sugli stili di vita sostenibili da promuovere a scuola e con le famiglie.
Il Viaggio è stato offerto dall’Azienda Dusty che promuove l’informazione alla corretta raccolta differenziata anche attraverso le scuole per arrivare alle famiglie.
La Dusty, che ringraziamo calorosamente, inoltre fornirà in questa sede a tutte le classi il kit per la raccolta differenziata comprendente i contenitori e il manuale.

I vincitori del premio della scuola dell’infanzia vincono dei libri con l’intento di stimolare la costituzione di piccole postazioni di educazione ambientale nella scuola e che siano dei piccoli semi che si moltiplicheranno nel tempo attraverso anche il supporto della biblioteca per ragazzi Oasi.

(Libri_scuola dell’infanzia 5 Oreto - 5 Pozzo Perla - 3 libri Porto Salvo promemoria interno)


Primo premio Scuola secondaria di primo grado
“Classe II° B Istituto D’Alcontres”
con la seguente motivazione:
per aver realizzato dei lapbook originali nel format e per aver aderito attraverso questa elaborazione alle varie campagne ambientali durante l’anno scolastico

Primo Premio Scuola Primaria
Abbiamo un exequo vincono la Scuola Primaria Piazza Verga Balotta V B e Scuola Primaria Capuana IV e V B
con le seguenti motivazioni:

V B Scuola  Primaria piazza Verga Balotta
con la seguente motivazione:
Per l’originale realizzazione di piccoli  Lapbook tematici
Per aver aderito all’invito di realizzare la shop bag per fare la spesa
Per aver realizzato percorsi di sensibilizzazione durati l’intero 'anno scolastico impegnandosi anche nella pulizia della spiaggia all’interno dell’iniziativa lets clean europe

 IV e IV B Scuola Primaria Capuana
con la seguente motivazione:
Per aver affrontato all’interno delle classi in sinergia, durante l’intero anno scolastico, le campagne ambientali: del risparmio dell’acqua, millumino di meno e la giornata earthday.
Per aver realizzato momenti di condivisone con piccoli spettacoli per sensibilizzare alle tematiche.
Per aver messo in relazione il progetto con i problemi del nostro territorio e per essere stati riflessivi e propositivi con la raccolta delle riflessioni di tutti i bambini.

Scuola dell’Infanzia
exequo Scuola dell’Infanzia Oreto/ Scuola dell’Infanzia Pozzoperla

Scuola dell’Infanzia Oreto
con la seguente motivazione:
per aver intrapreso un percorso intenso e duraturo fatto di buone pratiche che abbracciano la merenda furbissima, il risparmio dell’acqua 
per aver realizzato una serie di laboratori creativi 
per aver realizzato stimolanti ed educativi giochi sulla raccolta differenziata e aver attivato momenti di socializzazione sul tema.

Scuola dell’Infanzia Pozzoperla
con la seguente motivazione:
per aver prodotto molteplici elaborati che testimoniano una grande e attenta partecipazione all’intero progetto, prediligendo l’indicazione di attivare momenti esperenziali che abbiamo valutato positivamente come per esempio il cartellone dell’osservazione della germogliazione e il momento della merenda tradizionale con pane e olio, riportando la scuola alla sana e giusta alimentazione oltre che alla merenda furbissima rifiuti zero.

secondo classificato: Scuola dell’Infanzia Porto salvo
con le seguenti motivazioni:
per aver partecipato alle campagne ambientali realizzando dei manufatti in maniera partecipata e originale tra cui il giocattolo “spazzatura” robot costruito interamente con materiale di riciclo


Menzioni Speciali:
Infanzia 
Fondaco Nuovo Arcobaleno
con la seguente motivazione:
Per le  attività fatte all'aria aperta e con il coinvolgimento attivo di tutti i bambini e le bambine.
Per la realizzazione di giochi didattici, in particolare il gioco dell’oca e per la realizzazione di strumenti didattici con materiali di riciclo facilmente gestibili dai piccoli partecipanti.

“Infanzia Calderà, Sant’Andrea e Merì” I.C. D’Alcontres
con la seguente motivazione:
Per le attività congiunte e durate l’intero anno scolastico.
Per aver attivato  momenti comuni di sensibilizzazione al territorio e alle famiglie all’interno del progetto.

Primaria 
Santa Venera Isonzo II e III
con la seguente motivazione:
Per aver adottato buone pratiche come per esempio la merenda furbissima e in particolare per la realizzazione del gioco sulla differenziata e la multidisciplinarità dell’azione e la relazione con il territorio.

Militi Santa Venera V A e B”
con la seguente motivazione:
Per aver realizzato una azione di sensibilizzazione all’interno della scuola con la produzione di testi e slogan pubblicitari raccolti in un unico grande pannello e per aver integrato il progetto all’interno del percorso scolastico di legalità: “diventa anche tu un tipo diritto e salva il pianeta


“Sant’Antonino Foscolo III A”
con la seguente motivazione:
Per l’originalità e la scelta dei materiali e del format della realizzazione del  lapbook a tema sulla campagna del risparmio energetico 

“Sant’Antonino Foscolo III B”
Per l’originalità
con la seguente motivazione: della realizzazione del  lapbook a tema sulla campagna del risparmio energetico


Menzione Medie
“Bastiano Genovese I° A e I° D”
con la seguente motivazione:
Per la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sul tema del risparmio dell’acqua con la realizzazione del coinvolgente e stimolante video “non possiamo lavarci le mani”

Menzione Istituto Comprensivo
“I.C. D’Alcontres”
con la seguente motivazione:
Per la massiccia Adesione dell'intero Istituto Comprensivo, sotto varie forme di elaborati, a tutte le campagne ambientali indicate nel progetto.

Menzione Plesso Don Milani_I.C. Foscolo
con la seguente motivazione:
Per il diario di tutto il progetto raccolto nel  lapbook molto originale.
Per la collaborazione tra le classi, l’originalità del progetto, l’attivazione di buone pratiche in maniera continuativa, la durata nel tempo del progetto, la relazione con il territorio e il mare e la multidisciplinarietà.

Menzione primaria
“Calderà/Merì”
con la seguente motivazione:
per il Percorso che hanno svolto tutti i plessi della primaria durante tutto l'anno scolastico e per la partecipazione a tutte le campagne ambientali con la realizzazione di varie tipologie di elaborati che hanno condiviso con tutta la scuola all’interno di vari momenti

Un grazie di cuore a tutti ma proprio tutti, insegnanti, dirigenti, alunni, genitori per l'impegno dimostrato, vi aspettiamo in biblioteca per continuare a leggere e approfondire questo tema che ci sta tanto a cuore

martedì 23 maggio 2017

ecco un piccolo assaggio dei fantastici lavori che le classi che hanno partecipato al progetto hanno consegnato in biblioteca.

Un grazie a tutti gli alunni e gli insegnanti! e vi aspettiamo alla mostra/premiazione il 26 maggio 2017 dalle 16 in poi nei giardini dell'Oasi

Comunicato stampa_manifestazione conclusiva 26 maggio 2017


 A conclusione della seconda edizione del progetto “Io posso salvare il pianeta Terra" promosso dalla Biblioteca Comunale Oasi di Barcellona Pozzo di Gotto – Assessorato alla Cultura e all’Istruzione, in collaborazione con l’arch. Antonia Teatino, esperta di educazione e comunicazione ambientale, la dott.ssa Giusi Caliri, pedagogista e curatrice di laboratori didattici e l’Associazione di promozione sociale e culturale “Ossidi di Ferro”, venerdì 26 maggio 2017 si terrà, presso i Giardini Oasi di Barcellona Pozzo di Gotto, l’evento finale che coinvolgerà tutti i partecipanti, i loro familiari e la cittadinanza sul tema degli stili di vita sostenibili e l’educazione ambientale.
Il progetto, rivolto alle classi dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado dei sei Istituti comprensivi barcellonesi, si è rivolto nei mesi di novembre e gennaio alle/agli insegnanti con incontri formativi e da gennaio in poi, quotidianamente, ai bambini e alle bambine con incontri tematici di lettura e laboratoriali legati alle più importanti campagne ambientali, dando il via ad attività virtuose da elaborare in classe.
Notevole l’adesione che ha visto impegnate ben 90 classi per un totale di 1.300 bambini.
Durante la giornata conclusiva sarà possibile visionare tutti i materiali prodotti
Verrà infatti allestita, in collaborazione con gli Istituti comprensivi, una mostra didattica supportata da un punto informativo a cura della Biblioteca Oasi, nel quale sarà consultabile anche la bibliografia dedicata al settore dell’educazione ambientale; la Biblioteca Oasi si sta arricchendo nell’offerta dandosi l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per tutte le scuole dei Comuni del comprensorio.
A completamento della mostra didattica è stato allestito un “box interviste” nel quale verrà data voce ai protagonisti del progetto: alunni, alunne, insegnanti, dirigenti scolastici e uno spazio in cui verranno esposti i materiali scientifici utilizzati durante il progetto.
La mostra troverà posto sotto i portici dei Giardini Oasi e nella “piazzetta” antistante la sede della Pro Loco e sarà visitabile dalle ore 16.00 in poi.

Programma
ORE 16.00 - APERTURA MOSTRA DIDATTICA - a cura dei docenti e delle classi partecipanti al progetto
ORE 18.00 - READING a cura di Viviana Isgrò
ORE 18.30 - CONFRONTO con le DELEGAZIONI degli Istituti Comprensivi
ORE 19.00 - PREMIAZIONE del CONCORSO
In collaborazione con:
L’Esperta di Educazione e Comunicazione Ambientale Antonia Teatino _Liaison o2italia
L’Associazione “Ossidi di Ferro”
La pedagogista Giusi Caliri
L’attrice teatrale Viviana Isgrò
E con la partecipazione straordinaria della voce di Carlo Pesce.

La giornata sarà inclusa sia nella campagna ambientale europea "Let’s clean up Europe" che nella manifestazione nazionale “Il Maggio dei libri” in quanto evento finale di un percorso di letture avviato a gennaio con gli incontri in Biblioteca che, partendo appunto dal libro e dalla lettura ad alta voce, ha permesso alle educatrici coinvolte di affrontare le diverse tematiche ambientali e di veicolare i contenuti messi poi in atto durante i laboratori proposti.

I vincitori del primo premio della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado vincono un Viaggio di una intera giornata a San Marco D’Alunzio con la visita al bellissimo e stimolante museo della scienza e della tecnologia e una infografica sugli stili di vita sostenibili da promuovere a scuola e con le famiglie.
Il Viaggio è stato offerto dall’Azienda Dusty che promuove l’informazione alla corretta raccolta differenziata anche attraverso le scuole per arrivare alle famiglie.
La Dusty, che ringraziamo calorosamente, inoltre fornirà in questa sede a tutte le classi il kit per la raccolta differenziata comprendente i contenitori e il manuale.


I vincitori del premio della scuola dell’infanzia vincono dei libri con l’intento di stimolare la costituzione di piccole postazioni di educazione ambientale nella scuola e che siano dei piccoli semi che si moltiplicheranno nel tempo attraverso anche il supporto della biblioteca per ragazzi Oasi.

venerdì 19 maggio 2017

Low Cost Design Park -una piccola parte del fantastico parco giochi low cost progettato dai bambini per i bambini, grazie alla Dusty, sarà presente nei giardini dell'oasi il 26 maggio durante la manifestazione finale "io posso salvare il pianeta terra"

Questa è una bellissima novità e siamo super felici e orgogliosi di condividerla: avremo grazie alla Dusty servizi igiene ambientale dei giochi per bambini di Low Cost Design, che arricchiranno l'incontro della manifestazione conclusiva dei progetto Io posso Salvare il Pianeta Terra che ha visto coinvolti più di 1300 bambini degli istituti comprensivi di Barcellona Pozzo di Gotto.
La manifestazione ospiterà la mostra dei lavori partecipanti al concorso, curata dai docenti e la premiazione. Tra le vare postazioni una sarà dedicata alla Dusty, nostro sponsor per i premi finali, che per l'occasione fornirà informazioni utili a tutti i cittadini e esporrà i bellissimi arredi gioco per bambini.







L.C.D.P. nasce dall’ esperienza di Low Cost Design e Dusty servizi igiene ambientale. Daniele Pario Perra è un artista relazionale, ricercatore e designer impegnato in attività espositive, progetti di ricerca e insegnamento. Il suo lavoro si sviluppa in ambiti disciplinari diversi: arte, design, sociologia, antropologia, architettura e geopolitica. Si occupa da diversi anni di creatività spontanea, tendenze culturali e modelli di sviluppo urbano, in una costante relazione tra cultura materiale e patrimonio simbolico. Nel 2001 ha iniziato il database Low Cost Design: una raccolta di 8000 esempi sulla trasformazione degli oggetti e del territorio. Un’idea che è diventata un archivio, un laboratorio di formazione, un live show sulla sostenibilità, due pubblicazioni edite da Silvana Editoriale, un modello di insegnamento per le facoltà di Architettura e Design, e una mostra itinerante con più di cinquecento oggetti reinventati dalle persone in tutto il mondo. Dal 2006 raccoglie e cataloga esempi di buone pratiche per l’archivio L.C.D. Good Practices che ad oggi contiene più di 5000 voci riferite a beni e servizi sostenibili ed innovativi. Dal 2007 coordina un gruppo di lavoro che gestisce e realizza progetti di sviluppo territoriale, eventi performativi e mostre divulgative, progetti di comunicazione e formazione professionale. Daniele Pario Perra ha insegnato alla Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma, alla Delft University of Technology, al Politecnico di Milano e alla Denver University in Colorado. I suoi workshop di progettazione dello spazio pubblico, team building, politiche ambientali e coesione sociale, (Fantasy Saves the Planning, Art Shakes the Politics, Anarchetiquette/ Fresco Urban Removals, Design on the Cheap), vengono continuamente proposti sia in Italia che in Europa e negli Stati Uniti. Low Cost Design è realizzata con il supporto di Dusty – Servizi di Igiene Ambientale, Silvana Editoriale, Farm Cultural Park.
visita il sito ufficiale e scopri il bellissimo lavoro che c'è dietro al LOW COST DESIGN PARK 

martedì 11 aprile 2017

Stai partecipando al progetto Io posso salvare il pianeta Terra? segui le indicazioni per la consegna degli elaborati

Le scuole saranno invitate a far pervenire i materiali per la valutazione entro il 5 maggio 2017 direttamente negli uffici della Biblioteca Oasi.

Le scuole avranno modo di scegliere uno o più temi
- risparmio energetico, 
- risparmio dell'acqua, 
- stili di vita sostenibili e riduzione dei rifiuti e raccontare un percorso di educazione ambientale che potrà essere descritto sotto varie forme per la mostra finale.
La classe sarà libera di decidere se realizzare, nella formula che preferirà:
- un video, 
- un poster, 
- un fumetto, 
- un lapbook educational, 
- un PowerPoint rivolto ad altri ragazzi (es. coetanei, o ragazzi più grandi o più piccoli) oppure a degli adulti (es. genitori, nonni, ecc.).
Qualunque format di elaborato sarà scelto per raccontare il percorso delle tappe che la classe ha fatto per condividere azioni virtuose con la propria scuola e le famiglie dovrà essere accompagnata da una breve relazione ( max una cartella A4) a cura della referente del progetto dove riporterà insieme alla descrizione anche i nomi dei partecipanti.
Una sfida che, dunque, si giocherà non solo sul piano della qualità e creatività dell’elaborato, che verrà realizzato in classe, ma dimostrazione di aver affrontato una o più campagne ambientali indicate all'interno del progetto e aver adottato da quella giornata simbolica un comportamento virtuoso duraturo.
Requisiti:
Gli elaborati sono rappresentativi della classe e del plesso scolastico.
Ogni classe può presentare elaborati ( fotografie, disegni e testi)  di gruppo.
I video e presentazioni multimediali
- 10 slide che raccontano il percorso virtuoso che ha fatto la scuola nell'anno scolastico
- video spot per sensibilizzare ad una tematica specifica scelta
attività di spettacolo/performance  (durata mx 15 minuti in video) non devono superare i 100 mb e devono essere consegnati su CD
- poster, lapbook, fumetti (tecnica libera, disegno, collage) che racconta le esperienze virtuose che ha fatto la scuola nell'anno scolastico.

I materiali saranno esposti durante la mostra finale  che sarà inclusa sia nella campagna ambientale europea " Lets clean up Europe" che nella manifestazione nazionale “Il Maggio dei libri” in quanto evento finale di un percorso di letture avviato a gennaio con gli incontri in Biblioteca che, partendo appunto dal libro e dalla lettura ad alta voce, ha permesso alle educatrici coinvolte di affrontare le diverse tematiche ambientali e di veicolare i contenuti messi poi in atto durante i laboratori proposti.